Donne

Dopo trentasei anni di Vita e molte esistenze diverse impari alcune cose su di te: ci sono cose per cui sei portato e cose per cui non sei portato. Aspetti della tua vita che hai sempre fatto funzionare alla grande senza uno sforzo e altri in cui sai che difficilmente otterrai grandi traguardi. La bellezza di non essere più giovanissimi e che impari a navigare secondo i tuoi punti di forza, non chiederti cosa sia innaturale per te.

Come ho realizzato più e più volte un aspetto della mia Vita in cui ho ottenuto moltissimo è l’amicizia. Sì, ho compagni di avventure omini come me: il Bestia, Asso, Braunbär, L.G. Quel genere di gentaglia insomma. Però ci sono mie amiche che ogni tanto mi viene voglia di fermarmi e guardarle. Vedere che donne meravigliose siano diventate negli anni.

Sono diventate donne attraverso percorsi lunghi e complessi. Attraverso sfide che per un momento gli hanno fatto vacillare lo sguardo. Le fissavo e trattenevo il respiro. Cosa sarebbe successo? Invariabilmente hanno risposto crescendo fino a vincere le resistenze, fino a darsi le risposte di cui avevano bisogno. Ma non nel modo violento e cazzone in cui, chessò, Asso, sbroglierebbe una matassa. In un modo pieno di grazia. Quel modo soffuso di muoversi che non te ne accorgi e già stanno sbocciando più in là.

Le mie amiche sono diventate donne vere e piene. È bello parlare con loro, ascoltare quanto profondo possa cadere un pensiero nella vastità dei loro cuori. Mi piace quel modo incessante che hanno di farsi domande. Di insistere fino a che non si inventano una risposta. Prima sono piene di dubbi, per un giorno o per anni. Poi viene il momento in cui con una mossa elegante risolvono il dubbio e sono un passo oltre. Dopo non ricordano di aver dubitato mai. Sono così sicure, a posteriori, in quel modo così guascone che nemmanco glielo puoi dire, negherebbero. Ora che si sono ricomposte, sono di nuovo perfette, in un equilibrio fatto dei loro sorrisi. Stanno lì, bellissime, fino alla prossima cosa che gli smuoverà il cuore e che loro già fiutano nell’aria, molto prima che io lo possa vedere.

Hanno questo intuito e questo modo di cadere e rialzarsi facendo finta di nulla. Sono donne incredibili, nella loro complessità, nella pienezza con cui affrontano la Vita. Mi danno fiducia nel genere umano. Io vorrei solo ascoltarle parlare. Farmi dare consigli di stile, bere ancora un caffé e una birra con loro.

Leave a Reply

Your email address will not be published.