Vita e quadretti

Con l’impegno si può addobbare la vita di molte cose: dagli impegni, agli hobby, alle amicizie occasionali.

E la vita scorre, granello dopo granello.

Poi ci sono alcuni momenti. Pochi nella vita. Quanti? Meno di cinque? Meno di tre? Uno? Nessuno?

Passi la vita a desiderare di avere una possibilità. E in quel momento vorresti avere tutto in ordine, per giocartela al meglio. Non è quasi mai così, ti bussa alla porta e non hai tempo di cambiarti.

In quei momenti, gli unici determinanti, io credo si provi una enorme paura, e, se davvero hai la fortuna di sapere quello che vuoi, un filo che in quella valanga nera indica che cosa è importante per te e perché. Quel filo lo avverti dentro come una determinazione, una chiarezza infinita.

Eppure quella forza dirompente sai che può non bastare. Potresti passare tutta la vita a rimpiangere di non aver avuto la tua occasione o che ti abbia trovato nel momento meno adatto. E se solo…

In attese infinite cerchi di proseguire ciò che è giusto che tu faccia, di credere, di pensare. La coscienza di quanto ci sia in ballo da un lato ti aiuta a capire che cosa sei disposto a giocare; la risposta può essere “tutto”. Dall’altro ti fa capire come una lama gelata che cosa stai rischiando di farti fuggire, e prova a tenere la mano salda.

 

Io ho una paura infinita. Provo a credere. Comunque vada, dovrei essere onorato.

 

Nel caso, sarà un quadretto con la cornice dorata in mezzo a una vita sprecata. Semplicemente.

1 Comment

  1. E.D.B.
    4 Nov, 2011

    Molto bello e profondo quello che hai scritto…Mi ha colpita.
    A presto

Leave a Reply

%d bloggers like this: