Taglio

Sono tornato a casa, in questo luglio che è più un taglio. Cinque week-end, ne passerò uno in Italia. Voglio passarlo bene.

Penso ancora alle mezze verità, mi chiedo perché invischino tanto. Penso sia perché sono scuse per smettersi di darsi pena, accontentarsi invece di capire, di andare avanti e scoprire, cancellando finalmente tutti i “se” di cui ci copriamo, come foglie di fico. Il problema è che le pensiamo possibilità quando sono ferite aperte alla realtà. Tagli profondi sulla faccia.

Meno mezze verità, meno se, meno scuse.

Luglio. Sei un mese strano.

A luglio 2007 iniziavo, così d’improvviso, a lavorare in Divitech.

A luglio 2008 mi preparavo per la Germania.

A luglio 2009, in mezzo a quella vita là, trovavo solo il tempo per scrive E si addormenta.

A luglio 2010 sentivo un Fruscio e mi riempivano di “apprezzamenti“.

Luglio.

 

Leave a Reply

%d bloggers like this: