Limiti

Come diceva Claudio (1), immagina di avere solo un mattino. Immagina di avere solo un mattino per definire il vero scopo, per comprenderlo e ricavarne alla fine un modus operandi. Una ricetta insomma: trasforma l’immagine, l’idea nella Vita Vera. Finché non senti odore di sangue continua ad amalgamare, impasta se ancora non senti male, rimescola se non ti viene da ridere.

 

E aggiungi un tocco di Rum. Uno al cuoco, uno all’impasto.

 

Ora immagina di avere un’ora, un’ora soltanto per definire come comportarti. La risposta, la gestione delle tue priorità. Smettila di impilarle, prendi la prima. Quanto vale l’orgoglio? Quanto il profumo di una rosa? Quanto vale il sapore di malto, il giro di carte, le parole incespicate malamente in una discussione con un amico? Scegli. Hai un’ora.

 

1: http://provaciancoracla.wordpress.com/2012/02/10/ecco-uno-arriva/

Servono limiti entro cui definire l’azione, tradurre in Vita onde lente che si spengono nella mente. Se è l’essere finita a dare un senso alla vita, osservane il riverbero nelle sue sfaccettature. Nei giorni, nelle ore.

1 Comment

  1. Claudio
    13 Feb, 2012

    Come farò a pagarti tutta questa pubblicità?:-)

Leave a Reply

%d bloggers like this: