Alla ricerca di Merlino

Mancavano un paio d’ore al 2012 e io mi trovavo in questa casa, in mezza a una foresta bretone dove dicono abbia vissuto Merlino.

Mi sono allontanato per sedermi in veranda perché ho pensato che devi guardar fuori per dare la possibilità a Merlino di apparire. Ho provato a scrutare fra gli alberi scossi dalla pioggia, fino a dove lo sguardo si confondeva nella notte e le possibilità si facevano più sfumate, meno negabili.

Non ho visto Merlino sbucare da un cespuglio, non ho neanche intravisto il suo cappello o il lungo bastone, niente di tutto questo.

Eppure sono convinto che Merlino sia sepolto in ogni radura, mi spii dai rami alti degli alberi, sia a un passo appena, un cespuglio a separarci.

Ci sono mille possibilità già sepolte e mille da… capire.

E milioni di ombre fugaci che non sono Merlino, ma scuse di una menta stanca.

 

Sulla strada del ritorno, lasciata la Gare du Lyon ho intravisto un Leroy Merlin proprio ai margini della ferrovia. Ma non è la stessa cosa.

 

È stato divertente essere scambiato per tedesco, in un bistrò dove mi ero fermato a mangiare. Scambiare qualche battuta in tedesco e uscire.

 

È stata bella quella danza sulle panche.

 

È stato bello vedere quel vecchio film francese seduto sul divano con Camille e Pauline.

 

È stato bello passare a trovare l’altra sorella di Camille: il suo accento inglese fantastico, il suo caffè forte, il suo ragazzo che ha un PhD su Model-driven development (che persona meravigliosa!).

 

È stata bella Caen, il Cidro, le Gallette, il Camambert, la Quiche, l’Embuscade o come diavolo si chiamasse quel cocktail.

 

Ho scoperto anche che il Calvados non viene dal Portogallo (shame on me).

 

Ho visitato Mont Saint-Michel.

 

È stato un buon inizio d’anno.

4 Comments

  1. Raptus
    3 Jan, 2012

    Attento ai cespugli e al “lungo bastone” di Merlino ;) Buon anno!

    • admin
      3 Jan, 2012

      eh eh eh, c’è sempre saggezza nei tuoi consigli. Che ingenuo che sono stato!

      Buon Anno Carmine!

  2. Babyjan
    3 Jan, 2012

    Ma allora hai mentito spudoratamente dicendo che Mago Merlino ci augurava buon anno! Che delusione… ;) Se ti può consolare anche io credevo che il Calvados fosse portoghese :D
    Detto questo, buon anno!

    • admin
      3 Jan, 2012

      Mi consola la cosa del Calvados. Riguardo Merlino sono convinto di aver inteso la sua volontà di augurare anche a voi un buon anno; si sentiva nell’aria.

Leave a Reply

%d bloggers like this: