Voglia di strada

Oggi sono andato a trovare Sara. La conosco da anni. Quanti? 10? 15? E non ero mai stato a casa sua.

Ho preso il navigatore, non perché mi servisse ma perché… ho voglia di viaggiare. Quella voce mi ricorda i chilometri. Che per farla parlare di nuovo a volte dovevi fare 289 chilometri. E poi ti diceva di andare dritto. Non che fossero chiacchierate interessanti quelle col navigatore. Ma quando torni e alle 20 lo schermo diventa blu perché entra in modalità notturna, allora per tornare a casa passi da sotto, da dove passeresti arrivando dalla Torino-Bardonecchia.

Che, voglio dire, una domenica pomeriggio con un pitbull (che però non un pitbull) caffè americano a tazzate, baiocchi e chiacchiere, insomma, ce ne fossero.

Però poi bisogna viaggiare. I nomi nella testa: Braga, Delft, Utrecht, Madrid, Freiburg, Hamburg. Viaggiare, viaggiare, strade… e via.

Strade, Tiromancino

Leave a Reply

%d bloggers like this: