Sussurri

Io non so scrivere poesie, ma non per questo evito di farlo. Un poco mi vergogno ma non abbastanza da evitare di farlo.

Son solo sussurri
ch’odo di quassù
ove mi colse la luce
d’una piazza Castello di mezza mattina,
abbagliato al punto di cessare
certo di desiderare, temo d’amare.
Eppur ancor vorrei
reincontrare quel profumo
che fugge da una panetteria
nelle prime fredde ore
di Dublino, Monaco, Berlino
quando, ora so, m’illudevo
d’esser straniero alle vie,
straniera la mia voce, i lontani imbarazzi
E sol ora m’accorgo
dei timori scivolati sotto al treno
mentre l’osservavo fuggire la città,
spandersi per le campagne.
Pioveva sai e mi distrassi,
me ne dimenticai,
come al principio fu,
credimi, di me

2 Comments

  1. vale
    19 Oct, 2006

    le sensazioni prendeno forma quando escono dalle tue dita

  2. justine
    19 Oct, 2006

    accidenti la pioggia ti fa male…xò devo dire che è una bella poesia…

Leave a Reply

%d bloggers like this: