Piccole soddisfazioni

Oggi sono riuscito a far funzionare l’autoradio della mia prima macchina utilizzando l’alimentatore di un vecchio PC e le casse di uno stereo.

La cassetta nera, che aveva registrato Andrea, riparte da dove si era interrotta. “Paradise City”. Ora rimane solo da costruire un mobile per imballare il tutto.

Ci sono voluti un po’ di tentativi: prima un vecchio alimentatore, probabilmente già rotto, che fa un filo di fumo. Poi qualche prova a vuoto prima di notare che un filo si era staccato da un connettore. E poi la i Guns. L’aggiunta di un deviatore per spegnere e accendere l’aggeggio e via.

Poi mi arriva il PDF della versione finale di un libro per cui ho partecipato alla fase di revisione tecnica. Al di là del fatto che hanno accolto alcuni miei suggerimenti (ma forse non sono stato l’unico a suggerire quelle migliorie) noto che hanno inserito una mia frase in quarta di copertina. Quindi il mio nome è ora sulla copertina di un libro. Si tratta solo di fare un ulteriore passetto e spostarlo dalla quarta alla prima. E magari, lungo quel percorso, inciampare in altre piccole soddisfazioni.

Questo 2011 sta stracciando il 2010 a mani basse.

 

Leave a Reply

%d bloggers like this: