Pensieri

O meglio, riempitivi della testa. Si, si. Tornato alle tre e mezza, mi è riuscito di fare relativamente presto per il genere di serata. Non c’ero, non c’ero proprio. Pilota automatico, funzioni minime. Abbracci, saluti, San Simone. Poche parole, ascoltare e vedere le cose che vanno avanti e restano sè stesse. Un poco di cerchio alla testa, il prezzo minimo, sonno poco, qualcosa potrei dire, perchè serve dormire. Perchè c’è il giorno dopo, in qualche modo. A volte vorrei non condannarmi ad alzarmi.

Poi mi distraggo, conto gli anni e cerco di spelarne via qualcuno, di fregarli. Si dai, se non se ne accorgono ti aggiungo a qualche foto. Dipingo un abbraccio che non c’è potuto essere, ma ci sarebbe piaciuto no?

Sai è divertente che vieni qui con questi pensieri a distrarmi. Grazie. E’ strano il modo in cui… massi, lasciamo stare.

E’ che… a volte è mattino, in qualche modo.

Leave a Reply

%d bloggers like this: