Le domeniche mattina, specie durante le feste, sono sempre complicate. Mi azzerderei anche a dire odiose.


…Fortitudo et Robur Taurinensis

…ma, così, cerco e raccolgo i pezzi per strada

…i pezzi del coraggio che serve per vedere. Crediamo il problema sia capire ciò che vogliamo e spesso lo è nella misura in cui ci costringe a vedere chi siamo, chi sono.

…when I come home late at night don’t ask me where I have been.

…qualcosa mi si agita nella testa. Un tintinnio ovattato, un mondo dalle pareti di vetro, le etichette di Chimay si combattono lo spazio con quelle di Moretti.

…eppure è una sigaretta nel bosco, è una parola a cui non sa risponderti neanche un amico. Ti guarda e ti sorride a dirti, la risposta non c’è. C’è ed è quella che non vuoi, mangia anche tu una manciata di sale seduto nel tuo angolo.

…passerà anche questa stazione.

…o sarò io a passare? Quale parte di me seppellirò nel bosco?

…l’orgoglio di passi spenti, abbassi la testa e non vedi.

…la paura che nasce per cose che sai sconfitte, che sai non importanti.

…è una caporetto del cuore. Ammetti sconfitte per battaglie che non volevi combattere, dalle quali non avresti ricavato nulla, mai.

…ammetti di non capire più, ti rifugi in angoli della mente dove la luce non arriva.

…non sai cosa dire e non sai come dirlo.

…torni ad essere un ronzio nel mondo. Quel ronzio che gli altri non sentono e che ti trapana la testa.

…bzzzz

Leave a Reply

%d bloggers like this: