Eterno sognare, eterno rifutare

Eterno perdersi. Dondolare fra gli atri di Beirut e i tramonti di Lione. E’ là che poso l’anima fra infiniti ritorni interrotti dal richiamo del mio profondo. E’ qui che rimarrò, intento a dimenticare i legami che m’impediscono il riposo, che m’impediscono di riporre l’inquietudine fra la lavanda e la superficialità. M’addormenta questo mio sognare, il rifiutare d’abortire volontà e pensiero. Rigetto la possibilità di salvarmi, conscio che non sia una scelta a me accessibile. E’ incolmabile lo scollamento da questa realtà di compromessi e adeguamenti. Non v’è casa nè terra che possa accogliere il mio esistere e pertanto continuo a vagare, sospeso fra la provincia ed il rifiuto, dove sconto la solitudine all’ombra d’un rimpianto.

2 Comments

  1. Dario Mimmo
    16 May, 2006

    Mi piace. Mi piace…

  2. o0°SiLViEt​TA°0o
    14 May, 2006

    …..oooO………………. ….(……)…Oooo…….. …..)…/. …(…..)……… …..(_/…….)…/………. ………….. (_/…………. ………Passat@………………….. di Qui! ………………oooO……………….. ….(……)…Oooo……… …..)…/. …(…..)………. …..(_/…….)…/…………………….. (_/……………………………………..
     
    Ci@uZ!!!

Leave a Reply

%d bloggers like this: