Della morte

Domani è il compleanno di una persona a me carissima. Auguri.

Domani è l’anniversario della morte di un ragazzo, Sergio Ramelli. Uno studente delle superiori che ebbe il torto di dire quanto fosse sbagliata la violenza delle BR in un periodo in cui certi ragazzi andavano in giro a bande di venti, trenta gridando che non era reato ammazzare un fascista. Dopo quel giorno cantavano nei loro cortei: "Tutti i fascisti / come Ramelli / con una riga rossa / tra i capelli".

C’era chi era tanto convinto di avere ragione che considerava la violenza un piccolo prezzo da pagare o meglio neanche un prezzo ma un premio. State sempre attenti alla vostra sicurezza, a quel vostro senso di superiorità perchè pochi anni prima che voi, miei coetanei, nasceste, dei ragazzi di neanche vent’anni vennero uccisi per le loro parole.

1 Comment

  1. No name
    1 May, 2008

    Commovente. Bravo

Leave a Reply

%d bloggers like this: