Concordo

http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cultura/200810articoli/37543girata.asp

«Il "popolo" che esercita il potere non coincide sempre con coloro sui
quali quest’ultimo viene esercitato. La volontà del popolo significa,
in termini pratici, la volontà della parte di popolo più numerosa e
attiva – la maggioranza, o coloro che riescono a farsi accettare come
tale; di conseguenza, il popolo può desiderare di opprimere una propria
parte, e le precauzioni contro ciò sono altrettanto necessarie quanto
quelle contro ogni altro abuso di potere».

"la finzione di un’opinione pubblica che si definisce civile quando i
suoi sentimenti e convinzioni sono quelli gradevoli per la parte
dominante della società."

Leave a Reply

%d bloggers like this: