June 17, 2019

Il dubbio

Mi hai fatto venire il dubbio, il dubbio che mi tratterebbe dalla possibilità di tornare ragazza, di correre in macchina lungo il crinale della collina e ridere, e sentire l’eccitazione che corre lungo le gambe, la schiena, il basso ventre. Sai, non ci tornerei a quel tempo. Rimarrei invece qui. A vederti ballare, a vedere come metti un piede dentro la felicità e prendi le misure. Poi ti lanci ed esplodi, e mi fai esplodere in mille schegge di pensieri, e attenzioni, e cura. Mi piacerebbe restare. Guardarti, in silenzio, fino a vederti. Aspettare che tu venga fuori. Prenderti per mano, ma così, senza guardarti, che se no te ne…

May 28, 2019

Redini

L’Amore che avverto, ti accarezza il volto, si muove, si espande in cerchi concentrici. È la sensazione radicata sotto pelle, nel petto, nelle membra, che ci sia la Vita, che fluisca con forza. Amarti è sentirsi così pieni di Vita da rendere ogni morte impossibile. È un fracasso di energie che mi invadono le vene, un cocktail micidiale di forze che mi smuovono. Mi spinge a rinnovarmi. A rinascere in forme nuove, più adatte a questo tempo. Più adatte al tuo modo di sorridere appena accennato, come avessi il timore che venissero a portatelo via. Scelgo colori che si intonino, che mi lascino il tempo di sedere e guardarti. Di…

December 26, 2018

Mi è sembrato

Mi è sembrato, per un istante, che fosse possibile sfiorarti. Essere così mescolato alle tue parole che poi avrei potuto muovere leggermente le dita, a passartele sopra il cuore, avvertire i movimenti impercettibili delle sue pareti, essere consapevole di come gli atri e i ventricoli si scambino gesti. Perdermi nel ritmo lento e puro del tuo sangue. Ecco cos’è la meraviglia.   Però poi a volte la realtà cade come una cesoia, a spezzare i fili che tessiamo, il nostro avvicinarci lieve e circospetto, il guadagnarsi la vicinanza senza spaventarci vicendevolmente. Mi sembrava di avvertire già il tuo profumo, prima che ti levassi come fa uno stormo di rondini, disturbato…