Lezioni

Rifletto; non tanto sulle mie scelte, ma sulla persona che sono. Emergono cose con cui devo fare i conti, cose di cui non sono entusiasta. Mi rendo conto che è accaduta una delle cose che temevo. Una cosa contro la quale mi ero ripromesso di stare in guardia, di combattere. Chissà com’è avvenuto: magari ho abbassato la guardia o forse le mie forze non sono state sufficienti. Alla fine aver sofferto mi ha portato a essere una persona peggiore. Oggi sono più cinico, più adatto a sopravvivere, più egoista. In qualche modo ritengo che un certo egoismo sia sano, che abbiamo il dovere di essere sinceri con noi e le persone che ci stanno attorno, cercare la felicità, perché non è mentendo che possiamo fare il bene di nessuno. Però io sono diventato in qualche modo...

Giorni frenetici

Ultimamente sto lavorando da matti. Notte e giorno, week-end compresi. Qualche risultato si vede: sul mio nuovo blog tecnico potete vedere un video del progetto a cui sto lavorando. A breve uscirà il libro di esercizi a cui ho lavorato con altri due ragazzi del Poli. Mi hanno accettato un paper a un workshop sul reverse engineering (che non è una degenerazione dell’ingegneria). Sono giunto al mid-term di un corso online che sto seguendo. Devo fare un sacco di cose prima di tornare a casa. Tipo disdire la Bahn Card, chiudere il conto in banca, pulire casa, spedire i bagagli. E lavorare, lavorare da matti. E così non scrivo molto. Però ho cambiato il tema del blog e dato un’occhiata alle statistiche. Questa è una mappa dei visitatori che sono passati...