Ma voi ditemi

Esiste una canzone più bella?

Spazi, libertà, spezzoni

…immagini confuse. La confusione è un filo senza capo, una scena che non inizia e non finisce. Dapprima immagini e poi suoni e parole. Uno spezzone che si ripete, sempre più indistinto, sempre più privo del contesto.   Non era primavera da un sacco di tempo, l’avevate notato anche voi?   Che poi, mi dico, magari era primavera e non c’ho fatto caso. E sapete perché? Per lo stesso motivo per cui ho meno chilometri sotto al sedile, ho meno vagabondaggi insensati, per cui piego ogni ora a un tentativo di scopo: ho privato di ogni spazio ciò che non aveva una giustificazione da presentare e sono rimasto così, un uomo più sereno, un uomo con meno spazio per la libertà.   Un uomo meno libero, meno capace di essere libero, con meno libertà a...