Pensa un po’

Per i corridoi del poli a seguire le ultime pratiche.Poi iniziare a svuotare quella mia tana di via Tripoli.Via il computer, via il giaccone di pelle. Rimangono gli stivali a guardia delle mura. Ich fange an, einen Wind zu spüren, der weit weht.…

Info su Dublino

Federica mi ha chiesto di riportargli qui (che strani mezzi di comunicazione che utilizzano questi giovani, eh!?) le informazioni sul nostro alloggiamento a Dublino: Noi avevamo pernottato in un appartamento che ci avevano trovato quelli dell’ostello Abbey Court: Sito internet: http://www.abbey-court.com E-mail: info@abbey-court.com Riporto una comunicazione con loro con qualche informazioni (sono passati un paio d’anni…)   Dear Federico,   Unfortunately the Hostel is full booked for those dates. We do however have an apartment available.   Our apartment is located on Bachelor’s walk, just a few minutes from the main Abbey Court building. The apartment comprises of a double bed, with single bunk above, and a set of bunk beds, sleeping a...

Das Gepäck

Anni fa vagando per la Valsusa mi sono imbattuto in un pub. Anni dopo ci sono entrato con il Poeta rientrato dall’Irlanda, proprio in quel pub dal personale metà italiano metà irlandese, una sorta di transizione lenta, una terra di confine fra la Dublino da cui il Poeta proveniva e la Torino che mi serrava stretta. Ci sono tornato ieri, con il Capo. Sembrava davvero uno spazio comune, un luogo immerso nel paese. Un posto dove sapevano versare una birra. Un buon posto. Mentre proponevo di tornarci qualche volta è capitato di pensare che il prossimo potrebbe essere l’ultimo week-end in cui io ed il Capo saremo contemporaneamente presente in Italia. E così oggi mi sono strappato la rete da sotto, ho svuotato il bagagliaio di tutto quell’humus che...

Sfondo

Tornato dai vagheggiamenti attorno al Roero, sfuggendo alle promoter dei supermecati di Bra (SEI in un paio di scaffali… una di queste voleva farmi bere l’olio cazzo, c’ho la faccia di una 500?) con la pessimerrima Giorgì, ho deciso di cambiare lo sfondo

Squadra alcolisti

Ieri s’è andati al Befed. S’è bevuto. Però, voglio dire, c’era un’atmosfera adatta a godersi quell’invasione di alcol nelle vene (le stime parlano di 3,5 l pro capite per me ed il Capo  fonte: farfugliamenti di fine serata del Capo, ricostruzione a posteriore degli sconnessi eventi). Bisogna ammettere che l’entusiasmo, lo Spirito giusto non può nascere solo da se stessi, ha bisogno di un contorno. Principalmente delle persone. E così XYZ (NdMe: questo blog protegge la privacy dei compagni di bevute pur essendo COMPLETAMENTE E ASSOLUTAMENTE dissociato dagli Alcolisti Anonimi di cui anzi auspichiamo la chiusura per una evoluzione migliore della società, quando l’inno Giuviello sostituirà tutti gli inni nazionali) (dopo...

Scusate, è il gatto che mi ricatta

Quando mi accorgo di stare osservando il terzo spot di un assorbente con le ali in mezz’ora mi si spalanca un sorriso in volto. Accompagno il televisore alla finestra e gli grido "vola fratello elettronico!". Dalla finestra enorme, stinta dal sole ma soprattutto aperta guardo le montagne. Il silenzio s’è rimangiato in un attimo il rumore del televisore che va ad abbracciare l’amico cortile (e dire che il quel loro primo incontro fu così caloroso). E un po’ a malincuore l’aria fresca viene a solleticarmi. Fisso la montagna, quella mi fissa di rimando. Aspetto. Caparbia, fottuta montagna. Mi pare che il cielo lentamente diventi più scuro e poi si rischiari ed ancora. mi sfioro la guancia. La barba inizia a farsi lunga....

Bit-Life

Ho sempre desiderato creare un mondo fantastico. E renderlo capace di vivere secondo il suo gusto. Così in questi giorni ho iniziato a scrivere un "generatore di mondi", iniziando dalla geografia. Lo direste che per creare forme verosimili bisogna lavorare su sinusoidi, segnali, interpolazioni?

Non parole (Unworten?)

Parti fiducioso, per trovare te stesso specchiandoti in coloro che incontri. Piace pensare a cose che non sono. Lasciare i pensieri scivolare lungo la schiena, mescolarsi al sudore. Sentire odore di pesca dove non c’è.